1887

Rapporti dell'OCSE sulle performance ambientali: Italia 2013

image of Rapporti dell'OCSE sulle performance ambientali: Italia 2013

l programma degli esami ambientali dell’OCSE ha l’obiettivo di valutare in maniera indipendente i progressi conseguiti dai singoli Paesi a fronte degli impegni ambientali assunti a livello nazionale e internazionale, e di formulare raccomandazioni rilevanti per il miglioramento delle politiche ambientali. Gli esami mirano a incoraggiare il processo di apprendimento tra pari, a promuovere una maggiore accountability dei governi di fronte agli altri Paesi e all’opinione pubblica, nonché ad aiutare i Paesi a migliorare individualmente e collettivamente i risultati ottenuti nella gestione dell'ambiente. Gli esami si basano su un ampio spettro di dati economici e ambientali. Ogni ciclo del programma di esami ambientali copre tutti i Paesi membri dell’OCSE e alcuni Paesi partner. Di recente sono stati pubblicati i rapporti su Messico (2013), Germania (2012) e Slovenia (2012).

Questo rapporto, il terzo che l’OCSE dedica all’esame delle performance ambientali dell’Italia, valuta i progressi compiuti verso il raggiungimento degli obiettivi in materia di sviluppo sostenibile e crescita verde. Un’attenzione particolare è dedicata alle politiche intese a promuovere una gestione delle risorse idriche più efficace ed efficiente e a dare maggiore impulso alla lotta al cambiamento climatico.

Italian English, French

.

Governance ambientale multilivello: le risorse idriche

Questo capitolo esamina le politiche di gestione idrica dell’Italia dal punto di vista della governance multilivello. Il capitolo presenta i principali andamenti riguardanti la qualità e la disponibilità dell’acqua e lo sviluppo di infrastrutture legate alle risorse idriche, anche in riferimento alle differenze regionali. Sono analizzate l’evoluzione del quadro politico, giuridico e istituzionale per la gestione delle acque, nonché le sfide in materia di governance nella gestione delle risorse idriche. Il capitolo evidenzia la correlazione esistente tra la governance e il finanziamento della gestione idrica e il modo in cui possono essere affrontate congiuntamente se si promuovono la riduzione della frammentazione territoriale e istituzionale, una migliore pianificazione della gestione, un ulteriore coinvolgimento delle parti interessate, il miglioramento della base di informazioni e un maggior uso di strumenti economici per la gestione dei bacini idrografici. Questo capitolo, infine, presenta gli impegni assunti dall’Italia per potenziare i l settore dell’approvvigionamento idrico e dei servizi igienico-sanitari e per rafforzare la sua sostenibilità finanziaria.

Italian English, French

Graphs

This is a required field
Please enter a valid email address
Approval was a Success
Invalid data
An Error Occurred
Approval was partially successful, following selected items could not be processed due to error