OECD Rural Policy Reviews, Italy 2009
Hide / Show Abstract

OECD Rural Policy Reviews, Italy 2009

OECD's comprehensive review of rural policy in Italy.  On average, rural regions in Italy have some of the highest GDP per capita among the OECD countries, yet unexploited potential remains. This analysis of rural Italy reveals heterogeneous economic conditions, an increasing elderly population and a diminished focus on environmental concerns. This suggests the need for a broader rural policy approach that reflects the changing demands upon rural resources and that considers other aspects of rurality including health, education and quality of life. 
Click to Access: 
    http://oecd.metastore.ingenta.com/content/0409071e.pdf
  • PDF
  • http://www.keepeek.com/Digital-Asset-Management/oecd/urban-rural-and-regional-development/oecd-rural-policy-reviews-italy-2009_9789264056237-en
  • READ
 
Chapter
 

Sintesi del Rapporto OCSE sulla Politica Rurale dell'Italia You do not have access to this content

English
Click to Access: 
    http://oecd.metastore.ingenta.com/content/0409071ec008.pdf
  • PDF
  • http://www.keepeek.com/Digital-Asset-Management/oecd/urban-rural-and-regional-development/oecd-rural-policy-reviews-italy-2009/sintesi-del-rapporto-ocse-sulla-politica-rurale-dell-italia_9789264056237-8-en
  • READ
Author(s):
OECD

Hide / Show Abstract

Il PIL pro capite delle « aree prevalentemente rurali » (APR) Italiane è, in media, tra i più alti tra le APR dell’OCSE. Per esempio, le province di Aosta e Belluno, le più ricche APR del Paese, si collocano rispettivamente al terzo e settimo posto tra le APR dell’OCSE in termini di PIL pro capite. La buona performance dell’Italia rurale potrebbe dipendere dal fatto che il Paese è densamente popolato e le aree rurali sono ben connesse con network di città medie e piccole. L’Italia, in effetti, è uno dei paesi meno rurali dell’OCSE. I dati mostrano anche che c’è una correlazione positiva tra il numero di addetti nei settori manifatturiero e terziario, grandezze usate come « proxy » della diversificazione economica e il livello del PIL pro capite nel 2003. La diversificazione economica moltiplica le opportunità di impiego nelle aree rurali. Le APR hanno, in media, bassi tassi di disoccupazione, in alcuni casi inferiori a quelli delle aree urbane. Nelle province di Belluno e Aosta il tasso di disoccupazione è al di sotto del 5%, mentre nella provincia di Siena, il tasso di disoccupazione è al di sotto del 3%.
 
Visit the OECD web site